Golia Activ Plus – Freschezza Stereotipata

Che emozione, lettrici e lettori. Quest’oggi viene a farci visita una categoria nuova, mai trattata prima (sempre che la memoria non mi inganni). Schiariamoci bene la gola e vediamo un po’ come sceglie di presentarsi Golia Activ Plus.

In ufficio, stanco e bisognoso di freschezza, un uomo decide di ingerire una Golia Activ Plus. Sconvolto dall’impatto, un soffio ed ecco che è catapultato in un mondo di ghiaccio, in cui ad accoglierlo c’è una signora che gli porge la mano. Lui, assolutamente estasiato, fa per avvicinarsi ma viene riportato alla realtà, che lo mette davanti all’addetta alle pulizie (che l’ha involontariamente spazzato via dalla sua fantasia capovolgendo la palla di vetro). Parliamone.

Continua a leggere

Unicum – Sfacciatamente Stereotipato

Lettrici, lettori, anime di passaggio! Ricordate il fantastico spot Peroni che si esibiva in una targetizzazione esclusivamente al maschile presentandoci una pluralità di protagonisti? Ebbene, c’è una certa azienda che dev’essere rimasta folgorata da una tale progressista scelta pubblicitaria. Guardiamo insieme la fatica prodotta per l’amaro Unicum dall’agenzia Libera Brand Building.

Un uomo assaggia l’amaro restandone profondamente colpito. Un altro uomo assaggia l’amaro restandone profondamente colpito. Un altro uomo assaggia l’amaro restandone profondamente colpito. Un altro uomo assaggia l’amaro restandone profondamente colpito. Nome prodotto pronunciato con voce che se fosse appena più grave trapanerebbe i timpani. Fine. Parliamone.
Continua a leggere

Folletto, il Tuo Amico Sessista

Ho sempre un po’ paura di tornare sulle pubblicità per bambini e bambine, perché ho il terrore che una volta avventuratami lì, non riuscirò più a uscirne. E anche perché mi provocano una tristezza e una rabbia ineguagliabili. Ma oggi torno lo stesso a riaffacciarmici, presentandovi uno spot che va in onda da molto tempo. Con la buona grazia di Folletto.

Una bambina spaventosamente felice ci racconta di avere un amico che la aiuta. Chissà a fare cosa. Oh, è il suo Folletto. Eccola sicura, felice, saltellante, sorridente, che aspira lì e aspira qui, nella sua cameretta color pastello. Il suo Folletto pulisce davvero, proprio come quello della signora che con inquietante gioia si affaccia nella cameretta, soddisfatta e stupita per il risultato. Folletto amico vero è Grandi Giochi, amiche e amici. Parliamone.

Continua a leggere

Conad. Stereotipi oltre le Cose

Dopo Lidl (in male e in bene) e dopo Coop, tornano a farci visita i supermercati.
Stavolta tocca a Conad, con una delle pubblicità attualmente in onda (no, non mi riferisco ancora a quest’altra recente fatica). Vediamola subito insieme!

L’inquadratura è su un uomo che osserva l’orizzonte dal tetto di un supermercato Conad, mentre il narratore cita Donne informandoci del fatto che così come nessun uomo è un’isola, neppure i supermercati lo sono, quando pensano ai prodotti indispensabili per la famiglia. E comincia l’elenco, mentre una ragazzina e una donna entrano in cucina, dove un uomo beve caffè e legge il giornale. La ragazzina fa poi cordialmente notare alla donna che il latte è finito, e scopriamo che servono anche farina e pasta. Conad non è un’isola, ma parte di una comunità. E lo spot termina con la donna che fa spesa, mentre l’uomo del tetto le sorride. Parliamone.

Continua a leggere

Inizio Anno Senza Stereotipi

Il 2018 ci ha donato una quantità di amarezze e orrori pubblicitari che dovrebbe bastare per una vita intera. Sappiamo che così non sarà e che nei prossimi mesi non mancheranno rappresentazioni spiacevoli e stereotipate. Ma prima di rifiondarci nella melma, direi che possiamo concederci una piccola pausa. Come? Celebrando quelle poche voci fuori dal coro che sono comparse sui nostri schermi nei mesi scorsi. La seconda parte di questo filone, insomma. Partiamo con la visione!

Continua a leggere