Kinder – Il Cioccolato degli Stereotipi, Tra Sovversione e Rinforzo

Oggi torna a farci visita quell’azienda che perpetua gli stessi stereotipi con una costanza così tanto ostinata da generare in me un fastidio con pochi precedenti. A sorpresa, però, stavolta non si becca solo parole negative. Vediamo cosa ci riserva la cara Kinder con l’ultimo per le sue barrette.

Una piccola pirata osserva l’orizzonte e punta il suo prossimo obiettivo. Eccola che passa all’azione e con mano lesta afferra il bottino presente sulla nave. La scenetta termina con il confronto tra lei e il pirata che capitana la nave derubata. Il tanto ambito tesoro è costituito da barrette Kinder Cioccolato. Con gran tempismo spunta una figura adulta che consiglia al piccolo e alla piccola di dividere il tesoro. Lo spot si chiude con i due che mangiano allegramente in compagnia della signora e con la presentazione del prodotto. Parliamone.

Continua a leggere

Vicks Flu Tripla Azione – Uomini Fantastici e Dove Trovarli

Oggi torno a parlare di un marchio che si è meritato un posto nella mia lista nera grazie alla coerenza e al grado del suo sessismo. Dopo la donna che spalma il prodotto sul petto del suo compagno, come fosse un bambino o un individuo incapacitato, Vicks torna a farci visita con una nuova perla…sempre sessista. Vediamola.

Con una musica intensa, da colossal cinematografico, lo spot ci catapulta in un ufficio, dove una donna si lamenta per la sua influenza a telefono con un uomo. Dopo averle detto di attendere, lui – che il narratore descrive come “uomo fantastico” – si precipita in ufficio lasciandosi pendere da un elicottero, come nei migliori film d’azione. Lo spot si conclude con la donna raffreddata che beve dalla tazza in cui l’uomo fantastico ha versato il prodotto con ghigno noncurante e pieno di sé. Parliamone.

Continua a leggere

Amaro Lucano – Cosa vuoi di più dalla vita? Oggettivazione

Non ditemelo. Non ci vedete più dalla sete, eh? Lo sapevo.
Eccomi dunque puntuale per offrirvi cordiale consiglio su una bevanda da cui stare alla larga. Mettiamo da parte la birra per riabbracciare l’altro nettare alcolico che tanto piace associare al maschile. A offrire un virile abbraccio appassionato ad Averna e Unicum, arriva Lucano. Vediamo lo spot.

Nel tentativo di afferrare il libro che desidera, un uomo fa cadere una pila di testi. Rapido e brusco stacco dell’inquadratura su…uno stacco di coscia. L’uomo squadra Cosce fino a raggiungere Viso e concludere che “è bellissima”. Ma al protagonista non basta che Bellissima si sia fermata per lui. Vuole anche un Lucano. Bellissima concorda, ed ecco che i due son fuori a intendersela bevendo Lucano. E alla fine lui si sveglia tutto sudato, e…Ah, no. Finisce al ristorante. Parliamone.

Continua a leggere

Finish – Il Numero 1 Stereotipato

Buon pomeriggio, guerriere e guerrieri contro gli stereotipi sessisti. La pubblicità di oggi ci propone pane per i nostri denti. Quel solito pane che le aziende si passano di bocca in bocca, masticandolo e spuntandocelo nel piatto ogni giorno. Che gentili! Ma ehi, perché essere creativi quando si può vivere di riciclo? Vediamo lo spot Finish!

Una voce maschile domanda alle figure protagoniste dello spot quale sia la loro ricetta per le lasagne perfette. Sfoglia sottile, un po’ di burro nel soffritto, la crosticina. Per sgrassare, invece, la ricetta perfetta è costituita dai prodotti Finish, che ci vengono presentati con entusiasmo dalle figure protagoniste. Lo spot si chiude con la cupa voce da trailer di film horror del narratore. Parliamone (in seguito alla stesura dell’articolo è uscito un secondo spot della stessa campagna, che menzionerò in fondo).

Continua a leggere

Salamini Beretta – Il Sessismo non Aspetta

Anche oggi si continua a mangiare! Parleremo dell’ultima campagna pubblicitaria di un’azienda che si occupa di salumi. La campagna (che mi è stata anche gentilmente segnalata da May_Frayn) è composta da tre diversi spot e l’attenzione dell’articolo sarà posta sui due che presentano, rispettivamente, una donna adulta e un uomo adulto. Fatti sotto, Beretta!

Una donna è alla cassa del supermercato insieme a una bambina. Quest’ultima ci spiega che il crudo è per il padre, il tacchino per la madre e il cotto per sé. Povero Rexy, invece, resta a pancia vuota. Vediamo il secondo spot.

Continua a leggere