SkinActive: la consueta genderizzazione dei prodotti Garnier

Due cose mi sono divenute piuttosto chiare:
1) La Garnier investe molto nelle sue campagne pubblicitarie, come indicato dall’elevata frequenza degli spot di più prodotti dello stesso marchio correntemente in onda. Al contempo;
2) La Garnier è particolarmente affezionata alla targetizzazione femminile dei suoi prodotti per la cura di pelle e capelli.

Ad aggiungersi ad Olia e all’Acqua Micellare di cui ho già parlato, arriva un’altra linea, rappresentata dai prodotti SkinActive.
Ma bando alle ciance e vediamo insieme lo spot che mi è capitato di guardare in TV questa mattina.

Come potete vedere nulla di nuovo, nulla di clamoroso, nulla che salti particolarmente all’occhio.
Eppure, al contempo, si è sempre punto e da capo, non appena ci si accorge dell’ovvia genderizzazione del prodotto come rivolto a un pubblico femminile.

Continua a leggere

Garnier e la Genderizzazione dell’Acqua Micellare.

Lo spot di cui intendo parlare in quest’articolo è associabile allo stesso filone categorico già menzionato negli articoli sui prodotti Olia di Garnier e Mentadent White Now, relativi alla targetizzazione di genere di prodotti di per sé neutri.
Ma passiamo subito al sodo e guardiamo insieme la pubblicità, ancora una volta del marchio Garnier:

Quanta familiarità avete con l’acqua micellare? Qualunque essa sia, sappiate che si tratta di un prodotto che permette di detergere, pulire a fondo e lenire la pelle, catturando con efficacia impurità e residui. Insomma, l’acqua micellare ha un elevato potenziale di utilità per chiunque sia solito eseguire una routine di pulizia del viso e può fornire un contributo non da poco nell’ambito dell’igiene quotidiana.

Continua a leggere

Olia di Garnier. Lucentezza, qualità, colore dei capelli? Solo per donne.

L’abitudine, sovente, non permette di accorgersi in modo consapevole di alcuni schemi che si ripetono inesorabilmente, fino a entrare nelle nostre menti cementandosi come ovvietà o normalità, rendendoci ciechi di fronte a tante realtà. Uno di questi schemi è rappresentato perfettamente dalle pubblicità di tinte per capelli. Nonostante gli uomini possano in realtà utilizzare in tutta sicurezza e tranquillità le tinte proposte negli spot, queste ultime sono sempre presentate come specificatamente rivolte a un pubblico femminile.
L’ultimo spot a saltarmi all’occhio è stato quello di Olia di Garnier.

Milioni di Donne Amano Olia

Questa evidente targettizzazione di genere, appoggiata in pieno da Garnier così come da molti altri marchi, non fa che rafforzare concetti già ben solidi nei nostri pattern mentali così come nella nostra società, evidenziando come taluni elementi (lucentezza e qualità del capello, assenza di capelli bianchi) vadano tenuti particolarmente a cuore dai soggetti di sesso femminile, rivelandosi conseguentemente di minor rilievo per quelli di sesso maschile.

Continua a leggere