Vanish – Fidati del Rosa e Lo Stereotipo Permane

E dire che eravamo partite col piede giusto, io e quest’azienda. Certo, non è che avesse fatto un grande sforzo, e comunque si teneva ben fissa agli stereotipi…ma almeno aveva integrato degli uomini che risultavano visibili per qualche millesimo di secondo. Tutto gettato al vento con le pubblicità seguenti. Ormai è diventata la Kinder della sua categoria, preceduta solo da Lysoform, che è ancora imbattibile. Vediamo l’ultima meraviglia Vanish che scorre sui nostri schermi.

Con fare deciso, una signora domanda a una porzione del pubblico al di là dello schermo se è stanco di trovare macchie dopo il bucato. Prosegue poi col presentarci Vanish, che permette di dire addio anche alle macchie più ostinate. Poi cattura di qui, pulisci di lì, lava di là, elimina su, strofina giù, pippirippì e pippirippù. Che facciamo? Ci fidiamo di questo rosa?

Continua a leggere

Vanish – Immediatamente Più Stereotipati Già a 30°

Oggi torniamo sul classico e ci buttiamo su qualcosa di più leggero, ma non per questo gradevole, rispetto alle tematiche dell’ultimo articolo. L’ambito è quello delle pulizie e l’azienda porta un nome già familiare. Vediamo lo spot Vanish Crystal White.

Mentre il narratore esprime deciso la sua vicinanza alle problematiche relative allo sbiancamento dei capi, una giovane donna ci mostra il suo disappunto e la sua delusione per il risultato del lavaggio di una maglietta. A portare colore nel grigio dell’esperienza pulente della nostra lavandaia arriva Vanish Crystal White. Capi bianchi, donna felice. Parliamone.

Continua a leggere

Non Più Solo Donne per Vanish, ma…

Oggi vi presento una piccola promozione! Davvero piccola, eh. Proprio piccina picciò, ma pur sempre una (mezza) promozione. Il marchio è il già familiare, e non in positivo, Vanish. Vediamo lo spot e scopriamo perché è semi-promosso, sebbene non meritevole di particolari lodi.


Nel tentativo di rendere l’idea dell’azione di Vanish Oxi Action per contrastare ben 100 tipi diversi di macchie, la pubblicità ci propone questi molteplici mini-mondi rappresentati, da un lato, dalla situazione e dal modo in cui la macchia è stata provocata e, dall’altro, dall’atto di pulizia della macchia stessa – mediante l’utilizzo del prodotto pubblicizzato.
Un concept potenzialmente interessante per evidenziare l’ampiezza dell’efficienza e dell’utilità di Vanish Oxi Action. Veniamo, però, al dunque. Perché ho pensato di promuovere, seppur in parte, lo spot? Se non è la prima volta che leggete il blog quasi di certo l’avete già capito. A tutti gli altri, invece, lo spiego subito.

Continua a leggere

La Donna Smacchiante di Vanish Oxi Action

Eccone un altro. Di cosa? Ma degli spot di prodotti per la pulizia figuranti esclusivamente donne, ovvio!
Ad aggiungersi agli altri numerosi marchi colpevoli abbiamo, stavolta, Vanish!  Vediamo insieme la pubblicità.

La nostra protagonista si moltiplica per rappresentare il considerevole numero di lavaggi necessari a far tornare bianchi i capi ingrigiti (usando prodotti che non sono Vanish, si intende).

Quando il narratore ci annuncia con entusiasmo che finalmente ora può bastare un unico lavaggio (grazie al magico Vanish, appunto), la protagonista torna ad essere unica e osserva con gioia i risultati ottenuti con lo smacchiatore pubblicizzato.

Ma cerchiamo di ribadire il perché una pubblicità simile rientra in una fascia problematica, in quanto mi rendo ben conto che potrebbe trattarsi di un punto di difficile comprensione per taluni, quantomeno di primo acchito.

Continua a leggere