XLS Medical – La Necessità di Vergognarsi dei ‘Kg di Troppo’

Parliamo di un altro filone di pubblicità estremamente problematico: quello degli spot testimonianza di XLS Medical.
Esistono diverse versioni dello spot, ognuna rappresentante l’esperienza di una donna che ha utilizzato il prodotto per dimagrire.

Contenutisticamente parlando (salvo una delle testimonianze, che di seguito pubblicherò, in cui la protagonista è orgogliosa di non doversi vergognare > suggerendo, in un messaggio tremendamente dannoso, che qualche kg in più sia necessariamente motivo di vergogna e sollevando altresì una discutibile sfumatura di competizione con la propria figlia…) le parole delle donne che appaiono negli spot non risultano essere particolarmente problematiche.
La soddisfazione di avercela fatta e il sentirsi fiere del conseguimento sono cose positive, se consideriamo che il dimagrimento era l’obiettivo di queste persone.

“Ora ho la stessa taglia di mia figlia, e non mi vergogno più”.

 

Allora dove risiede il problema vero e proprio?
Molto semplice: nell’assenza di testimonianze maschili, che ancora una volta sancisce l’esclusività di target femminile della tipologia di prodotti volta a raggiungere determinati canoni estetici imposti (se preferite potete considerarli ‘caldamente, insistentemente e subdolamente suggeriti sin dall’infanzia’ e la sostanza non cambierà) dall’esterno.

Continua a leggere