Winni’s Naturel – Un’Erotica Esperienza di Benessere

Il presente articolo costituisce legittimo esercizio del mio diritto di critica ed espressione. Quanto presentato nel testo non si connota come narrazione di cronaca, ma è mera espressione di giudizi e opinioni personali relativi a un contenuto mediatico pubblico. L’esternazione argomentata di dissenso relativo a elementi di valore e interesse comune non è reputabile diffamatoria o lesiva della reputazione o dell’immagine altrui (lesivo della propria immagine o reputazione sarebbe, piuttosto, voler mettere a tacere le critiche, ma anche questa è una mia opinione). Tutto questo giro di parole per dirvi che è spuntata una nuova pubblicità Winni’s, e mi ha provocato una reazione allergica diversa ma complementare rispetto a quella generata in me dal precedente. Vediamo lo spot.

Con tonalità che suppongo essere involontariamente interrogativa, una giovane donna ci dice che ama la natura. Possiamo capirlo dal suo spuntare da foglie, dal suo indossare un costumino color verde natura (e color marchio, a cui così la figura va ad associarsi), dal suo accarezzarsi, sollevare le braccia esibendosi in pose realistiche e naturali, accarezzare cespugli, nuotare, farsi lo shampoo con una roccia di sfondo, lasciarsi cadere acqua addosso preservando un’espressione che odora di spontaneità e presentandoci Winni’s Naturel, da lei amato perché ama sé stessa. Parliamone.

Continua a leggere

Sguardi al Passato e al Futuro con l’Energia di Eni ed Enel

Oggi parliamo di energia, con gli spot di due diverse aziende – una esempio negativo (e ringrazio Ilaria per avermela segnalata), l’altra esempio positivo, come già era stata in passato. Vediamo dunque le recenti proposte comunicative di Enel ed Eni, partendo da quest’ultima.

Due donne siedono sul divano a degustare vino, e parlano chiarissimamente di fornitori di gas e luce, in totale assenza di esilaranti paralleli con uomini, compresi di allusioni sessuali. Arriva infine il narratore a descriverci i benefici di Eni gas e luce. Parliamone.

Continua a leggere

Activia – Lo Stereotipo Inizia da Dentro

Vi erano mancati gli spot con inutile targetizzazione per sesso? Immagino che la risposta sia no, ma la nuova pubblicità Activia ve la beccate lo stesso. Vediamola subito.

Cosa c’è nella vostra giornata, donne la cui immagine scorre in modo graficamente delizioso nella sagoma di Activia? Impegni, corse ovunque, pasti disordinati, strappi alla regola? Di più e di più. E tutto questo influenza l’equilibrio del vostro intestino! Quindi fate come donna 1, donna 2, donna 3, donna 4, donna 5, donna 6, eccetera, e consumate Activia!

Continua a leggere

Kinder Gran Sorpresa? Non Proprio Gran, ma Qualche Sorpresa c’è

Diamo a Kinder quel che è di Kinder.
E se seguite il blog da tempo, sapete che quel che riservo a Kinder sono solitamente sentiti rimproveri. Con l’articolo di oggi voglio fare il punto della situazione Pasquale del marchio a distanza di un anno dal primo articolo sul tema. Sarà cambiato qualcosa? E se sì, sarà cambiato in meglio o in peggio? Posso anticipare che la questione è simile a quella relativa all’ultimo spot sulle barrette. Vediamo come e perché, passando in rassegna i quattro spot Kinder per la Pasqua 2019. Ho il sentore che sarà un articolo piuttosto lungo…

In versione esploratore, il coniglio Kinder sta fuggendo dai dinosauri. Ma i cari esseri preistorici non erano nella foresta, bensì in una casa, assieme a due bambini, una bambina, e una signora. Sbrigatevi ad acciuffarli, prima che si estinguano! Rassegna di 4 uova con confezione sull’azzurro e fine. Proseguiamo con il secondo spot.

Continua a leggere

Supradyn – Per Sentirti più Sessista

Vi avverto.
Quella che sto per presentarvi è una delle peggiori realizzazioni pubblicitarie che ricordi di aver visto negli ultimi tempi. In un formato che fonde la struttura dello spot classico alla durata di un messaggio promozionale, Supradyn ha deciso di stupirci ancora. Una cosa è certa. Mentre il 76% delle donne italiane è stanco, secondo dubbie statistiche non meglio precisate né dotate di valore, all’azienda l’energia per supportare gli stereotipi non manca affatto. Vediamo il video, va’.

Una carica voce maschile si esibisce in esternazioni motivazionali, mentre osserviamo lo sguardo deciso e piedi pronti a scattare di una donna che si sta preparando a compiere la grande impresa che le si para dinanzi. Purtroppo la missione spingi-carrello (che pensavate?) fallisce causa stanchezza. Compra questo per marito, questo per figlie, metti a posto…e lo credo che la signora non ce la fa più. Supradyn viene presentato immediatamente dopo il susseguirsi di due felicissime, appropriatissime e divertentissime battute (sul vendere marito e figli o farla finita) e in men che non si dica – giusto il tempo di domandarsi se si è sentito correttamente – lo spot è finito. Parliamone.

Continua a leggere