L’Inaccettabile Risposta dello IAP allo Spot Sessista Arancia Rosaria

Pubblico questo breve post (che in ultimo è diventato tutt’altro che breve) di aggiornamento per informarvi del fatto che, questa mattina, ho ricevuto la risposta dallo IAP, l’Istituto Autodisciplina Pubblicitaria, in relazione allo spot Arancia Rosaria. A seguire, il messaggio ricevuto:

“Il Comitato di Controllo, aveva già esaminato tempo fa il messaggio in oggetto, non condividendo la lettura prospettata, non aveva ravvisato profili di contrasto con le norme del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

L’organo di controllo aveva ritenuto infatti che lo spot non andasse oltre la rappresentazione di un gioco di seduzione tra i protagonisti, che non si risolve in aspetti volgari o lesivi della dignità della persona.

Il caso pertanto era stato archiviato.”

Intanto, invito chi non abbia familiarità con lo spot o chi voglia rinfrescarsi la memoria a darvi un’occhiata.

Fatto? Benissimo. Ora, tenendo a mente quanto visto e considerato, esaminiamo le parole scritte dal comitato IAP.

Continua a leggere

Il Concreto Pericolo del Sessismo Pubblicitario

Per quanto porre l’attenzione sulle campagne pubblicitarie ad ampio raggio, quelle che arrivano di prepotenza nelle case di chiunque usufruisca di un televisore anche solo qualche minuto al giorno, costituisca lo scopo principale di questo blog, è importante non chiudere gli occhi dinanzi alla realtà caratterizzata da manifesti pubblicitari locali, che operano su raggi più ristretti.

Perché? Perché sono anch’essi parte integrante e fervente della promulgazione e del rafforzamento non solo di stereotipi di genere, ma più spesso ancora di sessismo e misoginia profondi, nonché delle più becere tipologie di oggettivazione e sessualizzazione della donna e del suo corpo. Vediamo qualche esempio indicativo.

Fidati...te la do gratis.
Fidati…te la do GRATIS“. Immagine condivisa su Facebook dal segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, che invita a dire basta. (Ringrazio Se non Ora Quando Lodi per la segnalazione).

Continua a leggere

Il Dannoso Stigma sull’Igiene Intima Maschile

Con il post di oggi vorrei iniziare una discussione su una particolare dinamica presente nel panorama pubblicitario Italiano e che è caratterizzata dall’assenza di uno specifico tipo di prodotti.

Prima di procedere, lasciate che pubblichi un paio di video per introdurre l’argomento.

Quello appena visto è lo spot di Chilly, una nota linea di prodotti per l’igiene intima femminile.
Ma proseguiamo con il secondo spot.

Stavolta si tratta di un prodotto dedicato a contrastare i fastidi intimi femminili.

Trovarsi dinanzi a pubblicità quali quelle appena viste è tutt’altro che raro, a ogni ora del giorno.
Molto bene. Ora chiudete gli occhi, concentratevi e provate a pensare all’ultima volta che avete visto uno spot dedicato all’igiene intima maschile o ai fastidi connessi alla zona genitale maschile. Immagino che la vostra memoria sia piena zeppa di questo tipo di pubblicità. Come dite? Non ne ricordate neppure una? Ma che strano.

Continua a leggere