Epitact – Gli Stereotipi Sono la Nostra Specialità

L’argomento trattato è completamente differente, eppure lo spot che vedremo in quest’articolo è pressappoco identico a quello discusso nello scorso. Che magia. Scopriamo come e perché le comunicazioni sono simili, iniziando con la visione della pubblicità Epitact.

Una voce maschile ci chiede se soffriamo di calli o duroni, mentre vediamo una donna massaggiarsi l’avampiede con, dietro sé, un bambino e una bambina che giocano. Meno male che Epitact ha inventato dei magici cuscinetti plantari! Via il dolore e torna il piacere di camminare – o meglio, correre dietro a figlio e figlia. Continua a leggere

Fanta – Italiana dalla Nascita, Mai un Passo Avanti

Mie e miei prodi, a quanto pare è periodo di gloriosi ritorni.
Ah, che bello poter assistere alla crescita comunicativa delle aziende che, con coraggio e creatività, lasciano dietro sé gli stereotipi per lanciarsi verso un futuro di libertà.
Ma, no. Non è questo il caso, perché Fanta è ferma, fermissima, esattamente dov’era con lo scorso spot. Vediamo il nuovo.

Un ragazzo e una ragazza stanno facendo i compiti, mentre una losca figura aleggia dietro di loro. Al grido di “Pausa!” la figura si mostra a noi e a loro. È proprio lei. Donna. Porta dei tramezzini, apre la Fanta e versa la Fanta. Ragazza e ragazzo bevono Fanta e si divertono con un’applicazione. Donna si unisce e comincia a ballare a ritmo. Lo spot si chiude con la narratrice che invita il target inteso come di riferimento (grande mistero su quale sia) a fanta-divertire i suoi ragazzi con Fanta. Parliamone.

Continua a leggere

Galatine – Dolci Come Baci (ma solo di Mamma)

È arrivata l’ora della merenda! Forza, porgete la guancia che vi do un bacino!
Se Kinder pensava di avere il monopolio del mondo degli snack dolci si sbagliava di grosso. A dar del filo da torcere all’azienda per cui nutro inesistente amore arrivano le Galatine. Guardiamo lo spot!

Un bimbo1 esce di casa, sotto lo sguardo amorevole di una donna adulta, mangia una Galatina-bacio e incontra un altro piccolo che si pappa una delle due restanti. Ecco un’altra donna adulta che ha dato due Galatine-baci a un altro bambino. Poi bimbi e bimbe con guance e fronti coperte da Galatine-baci salutano con enfasi quattro donne adulte che ricambiano da fuori.
Poi ancora…un’altra donna adulta accarezza il capo di un altro bambino e un’ulteriore donna adulta bacia una bimba e le dà un Galatina-bacio. D’altronde la narratrice ce lo dice – mentre una bimba ci fa gli occhi dolci, coperta di Galatine – che le Gallatine son buone come baci. Parliamone.

Continua a leggere

Acchiappacolore Grey – La Migliore Protezione per i Tuoi Stereotipi

I miei sensori mi allertano del fatto che è da un po’ che non si parla di faccende domestiche. Lettrici, lettori. Non possiamo lasciare queste preziose pubblicità sole a prendere polvere.
E allora torniamo a parlare di un marchio che ha fatto il suo glorioso debutto sul blog pochi mesi fa. Bentornato, Grey! Non ci sei mancato neppure un po’.

Porca miseriaccia truffaldina! La maglietta bianca si è tinta di rosa, nell’amarezza della casalinga protagonista e nello shock rabbioso della sua giovane figlia. Fortuna che c’è il prode narratore a introdurre loro e noi all’esistenza de L’Acchiappacolore Grey. E ora che la maglietta è tornata bianca, mamma e figlia possono…indossare cuffie e ballare insieme in modo random nella cameretta della più giovane. Che altro, sennò? Parliamone.

Continua a leggere

Kinder – Il Cioccolato degli Stereotipi, Tra Sovversione e Rinforzo

Oggi torna a farci visita quell’azienda che perpetua gli stessi stereotipi con una costanza così tanto ostinata da generare in me un fastidio con pochi precedenti. A sorpresa, però, stavolta non si becca solo parole negative. Vediamo cosa ci riserva la cara Kinder con l’ultimo per le sue barrette.

Una piccola pirata osserva l’orizzonte e punta il suo prossimo obiettivo. Eccola che passa all’azione e con mano lesta afferra il bottino presente sulla nave. La scenetta termina con il confronto tra lei e il pirata che capitana la nave derubata. Il tanto ambito tesoro è costituito da barrette Kinder Cioccolato. Con gran tempismo spunta una figura adulta che consiglia al piccolo e alla piccola di dividere il tesoro. Lo spot si chiude con i due che mangiano allegramente in compagnia della signora e con la presentazione del prodotto. Parliamone.

Continua a leggere