Con Missing B non Mancano né Vaccini né Stereotipi

a pubblicità di cui vi parlerò oggi non è di un prodotto, né di un servizio. Si tratta invece di una tipologia del tutto a parte, mai trattata prima: una pubblicità progresso autorizzata dal Ministero della Salute a cura della casa farmaceutica GSK. Bando al blablabla e vediamo insieme lo spot della campagna Missing B, che mi è anche stato segnalato dalla gentilissima Elisabetta.

Mentre la narratrice ci parla di genitori che vogliono che ai loro figli e alle loro figlie non manchi mai niente, vediamo Isabella che gioca con un peluche insieme a sua madre, Sabrina che si esibisce in passi di danza classica e Roberto che gioca a calcio. Ma insomma, tra un arabesque e un goal, l’avete fatto fare o no, questo vaccino contro la meningite B?

Continua a leggere

Dercos Aminexil Vichy – Approvato dai Miei Stereotipi

Torna a trovarci uno schema narrativo di cui sentivo tantissimo la mancanza. Il contesto è quello più comune per questo schema: quello dei prodotti per la salute. Mettiamoci insieme le mani nei capelli con lo spot Vichy per il trattamento Dercos Aminexil.

La voce narrante ci informa che stress e cambi di stagione indeboliscono i nostri capelli. Meno male che Vichy ci presenta il trattamento anti caduta Dercos Aminexil. Testato addirittura su 250 persone come noi (noi chi!?). Cecilia e Marco vedono una vera differenza! Proviamo anche noi Dercos Aminexil! Lo approvano i capelli di Cecilia! Parliamone.

Continua a leggere

Prostamol – Niente Più Scuse, Ma Tanto Sessismo

Nuovo giorno, nuova (ma non troppo) spot-amarezza.
Dopo la bella sorpresa di Pampers, oggi torno a parlare di un altro caso di azienda che non solo non ha migliorato la propria comunicazione pubblicitaria, ma l’ha nettamente peggiorata. Dico a te, Prostamol.

Tra sete e rumori in garage, un uomo pianta scuse su scuse per giustificare le sue alzate notturne. “Basta scuse”, ci dice la narratrice, per poi rivolgersi a uno specifico segmento di pubblico (sicuramente quello a cui serve il prodotto, no? no? no?), invitandolo ad acquistare Prostamol per prendersi cura del tizio pianta-scuse. Lo spot si conclude con l’esposizione dei benefici del medicinale e un’immagine di lui e lei felici sul letto. Parliamone. Continua a leggere

Epitact – Gli Stereotipi Sono la Nostra Specialità

L’argomento trattato è completamente differente, eppure lo spot che vedremo in quest’articolo è pressappoco identico a quello discusso nello scorso. Che magia. Scopriamo come e perché le comunicazioni sono simili, iniziando con la visione della pubblicità Epitact.

Una voce maschile ci chiede se soffriamo di calli o duroni, mentre vediamo una donna massaggiarsi l’avampiede con, dietro sé, un bambino e una bambina che giocano. Meno male che Epitact ha inventato dei magici cuscinetti plantari! Via il dolore e torna il piacere di camminare – o meglio, correre dietro a figlio e figlia. Continua a leggere

Galbani Light – Leggeri Più che Mai, Stereotipati come Sempre

Oggi è la volta di un nuovo ritorno, a distanza di ben due anni. Non sono mai felice dei ritorni. Mi amareggiano sempre. Ma per quanto adori celebrare i passi avanti, trovo importante monitorare anche l’assenza degli stessi. Entrambe le cose ci parlano del nostro contesto pubblicitario. Torniamo quindi a parlare della linea light di Galbani.

Un’esuberante voce femminile si rivolge con decisione alla nota gilda delle Paladine della Leggerezza, invitandole a gioire per l’uscita della linea Galbani Light, tra ricottine, mozzarelle, certosa e Galbanino. Buoni come sempre, leggeri più che mai. Parliamone, paladine (voi paladini no, perché Galbani ha deciso che non vi tocca, gnè gnè).


Continua a leggere