Breil: Toglietemi Tutto, ma Non il Mio Maschilismo

La prima volte che ho visto lo spot che sto per postare ero a tavola, intenta a mangiare, e giuro che il mio stomaco ha manifestato immediati segni di rivolta. La Breil, stavolta, mi ha proprio colpita nel profondo delle viscere.

Il protagonista dello spot è un uomo di mezza età (l’enfasi sul suo sguardo – intenso e dall’aspetto quasi minaccioso – e sulla sua presenza non toglie dubbi circa la sua essenza di protagonista indiscusso) in compagnia di una giovane donna – se volessimo attenerci all’età della modella (Mari Gulin), potremmo specificare che ha quasi precisamente la metà degli anni di lui. I due si abbracciano, si muovono e si toccano sinuosamente, mentre l’inquadratura si cura di mostrare alcuni dei gioielli del marchio Breil.
Al termine della pubblicità, con la giovane fanciulla sostanzialmente spalmata contro di lui, Degan guarda in camera con fare e sguardo severi e proferisce le seguenti parole:
“Non toccate i miei gioielli”.

Continua a leggere