Amaro Averna, il Gusto Maschio della Vita

Negli articolo scritti finora mi è capitato spesso di trattare di prodotti alimentari, per la cura del corpo o per la pulizia della casa. L’argomento bevande, in tutto ciò, è rimasto ancora relativamente in ombra, nonostante qualche menzione, sia positiva che (molto) negativa (sul serio, questo spot è atroce e ancora adesso mi duole non aver letto o udito più voci indignate al riguardo). Con la pubblicità di cui sto per parlare intendo riprendere un tema già accennato tempo fa: l’associazione del maschile ad alcune bevande – tra cui la birra (alcuni marchi hanno intrapreso percorsi più progressisti ma altri sono ancorati a un passato maschilista) e alcuni tipi di alcolici, in particolar modo gli amari. Ed è proprio di amari che sto per parlare. Nevvero, Averna? Vediamo lo spot.

Un giovane uomo con gli occhiali si rivolge a tal Don Salvatore per ringraziarlo del pranzo consumato. Il barbuto ed elegante signore annuncia che il meglio sta per arrivare, i commensali, uno ad uno, appoggiano i propri orologi sul tavolo e un terzo uomo dichiara che “Il tempo non conta più nulla”, perché – conclude Don Salvatore, apprestandosi a versare l’Amaro Averna – invece di misurarlo, stanno per goderselo. Lo spot termina con i presenti che bevono il liquore pubblicizzato, preceduti dalla schermata con il motto dello stesso, con sottofondo un verso di deglutizione. Chissà se qualcuno tra voi, amici e amiche, ha già indovinato ciò di cui sto per parlare. Vediamo un po’…

Continua a leggere