Reggia? La Pasta delle Donne

Un tweet letto ieri (grazie, Patrizia) ha portato alla mia attenzione uno spot su cui non avevo ancora avuto modo di posare gli occhi. Accantoniamo le pulizie e la cura del corpo per un attimo, per tornare a parlare di alimenti.
Bando alle ciance e vediamo insieme la pubblicità in questione.

Intanto va fatta notare una cosa che ritengo abbastanza fuor di dubbio. Il pessimo risultato, in termini di messaggio convogliato, ottenuto da questo spot, è chiaro frutto – come spesso avviene – di assenza di consapevolezza più che di specifici intenti. Risulta piuttosto ovvio che i creatori dello spot avessero in mente, come unico e primario obiettivo, quello di generare un gioco di parole che funzionasse con il nome del prodotto. Da qui, per inserire il termine reggia, hanno avuto la brillante idea di puntare sulla regina – soggetto che regna all’interno della reggia. Il tutto poi condito con un jingle di discutibile qualità, che accompagna l’Ogni donna è una regina e si merita una r(R)eggia, mentre la protagonista dello spot, al centro di una sala dall’aspetto lussuoso, regge orgogliosa una confezione di pasta Reggia.

Continua a leggere