Kia – The Power to Objectify

Oh, voi pie anime che temevate che si fosse smesso di puntare sul binomio donne-auto, Kia è giunta in vostro soccorso, pronta a donarvi il comfort della sgradevole tradizione con la pubblicità del suo Sportage. Guardiamola insieme.

Un barbuto giovane siede in solitudine a un tavolino, in attesa. Il nostro prode eroe non sarà solo per molto. Prima arriva la rossa, poi arriva la blu. Le due Kia Donnage (interpretate dalla conduttrice Diletta Leotta) circondano il protagonista, positivamente sorpreso dalla loro presenza. Parliamone.

Continua a leggere

Sessismo Assicurato con Gran Ragù Star

Torna a farci visita un altro nome familiare. Non è colpa mia se così tante aziende persistono con i loro stereotipi e pagano per andare in onda frequentemente e ovunque. Vediamo quindi cosa ci racconterà Star, con il nuovo spot del suo Gran Ragù.

Una ragazza si sporge curiosa verso la cucina, spiando una donna che prepara Gran Ragù Star con l’aria soddisfatta all’idea di quanto l’alimento stimolerà il palato degli abitanti della casa. La ragazza si fionda sull’assaggio e viene subito raggiunta da un bambino, a cui servirà un crostino col ragù. Spunta infine un uomo che si unisce alla ragazza e al ragazzo e intinge un po’ di pane nel ragù preparato dalla donna. Dopo che un signore da informazioni sul prodotto, ci troviamo a tavola, con il bambino che si rivolge alla donna e le dice “buono, mamma!”. E cosa vuoi di più dalla vita, mamma? Un lucano? Parliamone. Continua a leggere

Nutella – La Giornata sa di Sessismo

Dopo la particolare gravosità di quanto trattato nell’articolo scorso, oggi torniamo sul classico. E lo facciamo con un altro spot partorito dall’azienda tra quelle in cima nella mia lista nera: l’italianissima Ferrero (proprietaria anche del marchio di Kinder, per intenderci). Qual sovversivo, originale e interessante spaccato sarà riuscita a proporci questa volta? Vediamo l’ultima pubblicità Nutella.

Nel dubbio che potessimo non comprendere quanto illustrato nel criptico spot, la donna protagonista ci avverte che il tema è “il lavoro di mamma”. La vediamo, dunque, decorare colazioni a base di nutella, sistemare vestiti di Bambina, spalmare Nutella su dei toast, consegnare un toast con Nutella a Ragazzo, e un’altra a Uomo. Bambina, Ragazzo e Uomo mangiano velocemente e vanno via, senza dire nulla. Donna non è felicissima che non l’abbiano salutata né ringraziata, ma alla fine la pubblicità ci ricorda di cosa ha realmente bisogno una donna, una madre, per sentirsi soddisfatta e felice. Parliamone.

Continua a leggere

Kellogg’s Extra ci Prende Gusto col Sessismo

Torna a farci visita un’amica croccante. Dopo il marketing rivolto alle donne, Kellogg’s appunta al suo collo un nuovo gioiello della comunicazione pubblicitaria. Mille grazie a Irene per la segnalazione.
Guardiamo subito lo spot per Kellogg’s Extra.

La protagonista è pronta a incontrare Nico, il ragazzo con cui ha concordato appuntamento mediante un app di incontri. Preparata di tutto punto, entusiasta, entra nel locale. Ma ad attenderla non c’è il Nico con cui aveva un appuntamento, bensì un uomo goffo, sovrappeso e con capelli disordinati1 che a malapena gli somiglia. Lei fa per andar via sperando di non essere vista, ma trova Kellogg’s Extra. Un assaggio ed ecco che la protagonista si ritrova sposata con Nico, con tanto di prole al seguito. D’altronde, se lo provi ci prendi gusto, ci dice la narratrice che per qualche ragione parla con un sensuale sussurrato. Parliamone.

Continua a leggere

Mondo Convenienza – La Nostra Forza è il Sessismo

Siete pronte a sognare, femmine umane d’ogni età?
Mondo Convenienza sta per presentarvi l’eroe che realizzerà ogni vostro desiderio. Come nelle favole! Ringrazio Chiara (ottimo occhio, Chiara!) che mi ha permesso di individuare il marchio creatore di questa preziosa perla dei giorni nostri. Guardiamo il video.

Un uomo si avvicina alla cassetta della posta e preleva un volantino Mondo Convenienza. Scopriamo che si tratta di un super fantastico papà, che si diverte con sua figlia e che, con i suoi poteri magici, fa prima apparire la cameretta dei sogni della bambina e poi la camera e il salotto dei sogni che sua moglie gli ha chiesto (pare ci sia una versione, che purtroppo non sono riuscita a trovare, in cui la moglie gli chiede una cucina). Eh, ce l’aveva detto che era super fantastico, ‘sto papà!

Continua a leggere